Croste per Scamosciato

Il termine scamosciato era originariamente usato in Francia per indicare un particolare tipo di morbidi guanti femminili importati dalla Svezia. Con il passare del tempo, il termine è passato ad indicare tutti in tipi di pellame con una superficie morbida, simile al velluto. Generalmente, lo scamosciato si ricava dalla crosta (in seguito alla spaccatura, ossia alla divisione tra la parte superiore e la parte inferiore della pelle), e si differenza da quello che normalmente viene chiamato nubuck che si ottiene, invece, dal fiore (la parte superiore della pelle). La caratteristica superficie vellutata dello scamosciato si ottiene grazie ad una lavorazione chiamata smerigliatura, con la quale si abrade appunto la superficie della crosta e le si conferisce un aspetto e un tatto migliore. Lo scamosciato viene utilizzato soprattutto nella calzatura come tomaia o sottopiede, ma anche nell’abbigliamento, nella pelletteria e nell’antinfortunistica. La FA.PEL Srl è specializzata proprio in questo tipo di articolo, in tutti i suoi utilizzi e in particolare negli spessori 0,9mm/1,0mm e 1,1mm/1,3mm. Altri modi per chiamare lo scamosciato: velour e camoscio.